BACCA E BOA TRASCINANO IL DIAVOLO

505418624-U202182049561SEI-U140300572164HiG-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Foto: Gazzetta dello Sport

Il Milan, nell’ultima partida della giornata numero 20 della Serie A, ha vinto 2-0 contro la Fiorentina. Partita complicata, con poche occasioni da gol. La squadra di Mihajlovic è stata brava a sfruttare i due unici e pericolosi tentativi di andare in rete. Grazie a questo successo, i rossoneri salgono a 32 punti in classifica; a solo tre lunghezze dalla Roma e quindi dal quinto posto valido per l’Europa League.

Partita dalle poche emozioni nel freddo di San Siro. Il Milan partì forte: già al quarto minuto marcò il gol del vantaggio con il solito Bacca. Il colombiano fu abile nel ricevere un imbeccata di Bonaventura sulla fascia sinistra, a decentrarsi mandando due volte fuori tempo gli avversari e a concludere con un tiro rasoterra imprendibile per Tatarusanu.
La reazione della Fiorentina fu tangibile, però, solo dal punto di vista del possesso palla. La squadra di Paulo Sousa non riuscì in nessuna occasione a rendersi veramente pericolosa dalle parti di Donnarumma. Nonostante nella maggior parte della partita il pallino del gioco si trovò nelle loro mani, gli attaccanti viola riuscirono constantemente a farsi fermare al limite dell’area dai centrali Alex e Romagnoli, oggi in versione “superman”. Il brasiliano e il romano giocarono, probabilmente, la migliore partita da quando vestono la maglia rossonera.

Anche nei secondi quarantacinque minuti la musica non cambiò. Stessa tematica, la Fiorentina che riuscì a pressare meglio a centrocampo, il Milan che si chiudeva con efficacia e che tentò di giocare in contropiede. Questa maniera di ponersi in campo dei rossoneri però, alla fine, portò al raddoppio proprio allo scadere del match. Un lancio geniale di Kucka innescò sulla fascia sinistra Boateng, subentrato al minuto 79 al posto di uno spento Niang. Il ghanese fu bravo a partire in posizione regolare, saltare Tatarusanu e a depositare nella porta vuota il gol della sicurezza per il Milan.

Buona prestazione, fondamentalmente, della squadra di Mihajlovic. Il Milan rimane in corsa per la zona Europa League; obiettivo che fino a qualche giornata fa sembrava persino un utopia. La difesa per la prima volta dopo 7 partite non subisce gol e grazie ai tre punti conquistati, può permettersi il lusso di accorciare di molto la classifica. Questo perché i rossoneri hanno conquistato, nelle ultime due giornate, 4 punti proprio in scontri diretti. Uno all’Olimpico e tre stasera, levando sia alla Roma che alla Fiorentina punti importanti nella corsa alle zone nobili della Serie A.

Federico Titone
@fedetitone

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

Conectando a %s